xxx catelani - dellavedova - pancrazzi

from 27 October 2020 to 14 May 2021

Antonio Catelani è nato a Firenze nel 1962, vive e lavora a Milano. 1981/85 Accademia di Belle Arti di Firenze. 1995/96 Stipendium der Akademie Schloss Solitude, Stuttgart (D). Ha partecipato a numerose mostre in gallerie e istituzioni pubbliche, tra le quali in Italia: PAC, Milano (1986-1989-1998). XLIII Biennale di Venezia (1988). Galleria d’Arte Moderna, Bologna (1988-1989). Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma (1995-2001-2016). Museo Pecci, Prato (1991-1998-2000-2002-2003-2012). X Biennale di Scultura, Carrara (2000). Quadriennale d’Arte di Roma (1996-2008). Palazzo Fabroni Arti Visive, Pistoia (2001-2002-2004). Galleria d’Arte Contemporanea, Trento (1993). Museo MAN, Nuoro (2005). Museo Archeologico, Firenze (1994). Museo Marino Marini, Firenze (2006). Polo Museale/Galleria dell’Accademia, Firenze (2012). Museo Novecento, Firenze (2014-2018). E inoltre all'estero: Kölnischer Kunstverein, Colonia (1989). Schirn Kunsthalle, Francoforte (1989). Kasseler Kunstverein, Kassel (1991). Museum Moderner Kunst, Vienna (1991). Berlinische Galerie/Martin Gropius-Bau, Berlin (1992). Künstlerhaus Palais Thurn und Taxis, Bregenz (1997-2005-2013).  Kunstverein aller/Art, Bludenz (A) (2001-2013). MoCA, Shanghai, Cina (2006). Botschaft der Italienischen Republik, Berlin (2010). Volkswagen Pavillon, Wolfsburg-Autostadt (2012). Haus der Kulturen der Welt, Berlin (2012). 

Sue opere sono presenti in collezioni private e pubbliche, tra le quali: Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma. Museum Moderner Kunst -MUMOK- Vienna. CIMAC/Palazzo Reale, Milano. Museo Pecci, Prato. MAMbo Museo d'Arte Moderna, Bologna. Collezione Banca Intesa, Torino. Collezione Eni-Agip, Milano. Raccolta del Disegno/Galleria Civica, Modena. Fondazione Teseco, Pisa. Collezione Farnesina/Ministero degli Esteri, Roma. Museo Novecento, Firenze. Collezione/Premio Suzzara, Mantova, Mac,n Museo d’Arte Contemp. e Novecento, Monsummano T., Pistoia. Fondazione Domus, Verona. 

 

 

 

Mario Dellavedova è nato a Legnano (Milano) nel 1958 e vive preferibilmente a Taxco, Messico. Laureato in architettura ha esposto in musei e in manifestazioni internazionali tra cui: XLV Biennale di Venezia (1993); Bienal de Valencia (2001);  Galleria d’Arte Moderna, Roma (1992);  Macro, Roma (2011);  Museo Pecci, Prato (1991); PAC, Milano (1987-1998); Galleria D’Arte Moderna, Bologna (1991); Palazzo delle Papesse, Siena (2002); Galleria Civica d'Arte Contemporanea di Trento (1994-2001-2009); The Centre of Contemporary Art Warsaw, Polonia; BBK, Galerie der Künstler, Munich, Germania (2002); Galerie Stadtpark Krems, Austria (1996); Museum des 20. Jahrhunderts, Vienna, Austria (1992); Fri-Art Kunsthalle, Fribourg, Svizzera (1994); Museum of Contemporary Art Seoul, Corea (1997);  Museum of Contemporary Art Shanghai, Cina (2006);  Museo de las Artes Guadalajara, Messico (2000);  P.S.1, New York, USA (1999). Oltre ad esporre nelle gallerie di riferimento di Emilio Mazzoli, Modena, Gian Enzo Sperone, Sent e Sprovieri, Londra, ha esposto da Sperone-Westwater, New York; Suzy Shammah e Zero, Milano. Antecedentemente  aveva anche esposto presso Pasquale Leccese - Monica Sprüth, Colonia;  Guido Carbone e 100eventi, Torino; Studio Corrado Levi, Le Case d’Arte, Massimo De Carlo e 1000eventi Milano. Sue opere sono presenti in collezioni private e pubbliche.

 

 

 

 

Luca Pancrazzi è nato a Figline Valdarno (Firenze) nel 1961. Vive e lavora tra la "Filandia" e Milano.

Tra i progetti che lo vedono fondatore ricordiamo: Importé d’Italie (1982), ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ (1993), De-ABC (2002), dal 2010 Madeinfilandia e dal 2015 Spazio C.O.S.M.O. a Milano. Inizia a esporre dalla metà degli anni Ottanta e dal 1996 viene invitato a partecipare ad una serie di esposizioni internazionali tra cui la Biennale di Venezia (1997), la Triennale di New Dehli (1997), Biennal of Cetinje (1997), Triennale di Vilnius (2000), Whitney Museum of American Art at Champion (1998), Biennal of Valencia (2001), Moscow Biennal of Contemporary Art (2007), Quadriennale di Roma (2008). Alcuni tra i numerosi spazi pubblici che hanno presentato il suo lavoro: P.S.1 Contemporary Art Center (1999), Galleria Civica di Modena (1999), Museo Marino Marini (2000), Palazzo delle Papesse (2001), Museo Revoltella (2001), Galerie Lenbachhaus und Kunstbau (2001), GAMEC (2001), Museo Cantonale d’Arte di Lugano (2002), Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci (2002), Zentrum Fur Kunst und Medientechnologie (2003), PAC (2004), MAN (2004), MART Trento e Rovereto (2005), MAMbo (2006), Macro (2007), Vietnam National Museum of Fine Arts (2007), Fondazione Pomodoro (2010), Museo per Bambini di Siena (2010), Palazzo Te,(2016). 

Sue opere sono presenti in collezioni private e pubbliche, tra le quali: UBS, Zurich. Findomestic, Firenze. Unicredit, Milano. Collezione Farnesina, Ministero degli Affari Esteri, Roma. MAMBO, Bologna. Centre Pompidou, Paris. Padula Contemporanea, Certosa di San Lorenzo, Padula. Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Polo Museale della Campania. Isola Art Center, Milano. Assab One, Milano. Fondazione Teseco, Pisa. Museo per Bambini Santa Maria della Scala, Siena. Sammlung Goetz  collection, München. Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemp., Torino. Museo d’Arte Paolo Pini, Milano. M.O.M.A., artist book collection, New York. Museum of Contemporary Art, Chicago. Institute of Contemporary Art, Boston.